Riabilitazione

Protocollo di riabilitazione AOFE

Inizio:  la riabilitazione ha inizio una settimana dopo l’intervento chirurgico di osteointegrazione.

Impostazione: sessioni giornaliere di riabilitazione con gruppi da 2 a 8 pazienti.

Equipe di riabilitazione: medico fisiatra, fisioterapisti, terapista occupazionale e tecnico ortopedico / protesista.

Obiettivo:
1. Carico progressivo sulla protesi osteointegrata all’interno delle parallele e attraverso ausili per la deambulazione (stampelle).
2. Istruzioni per la cura dello stoma.
3. Gestione del dolore. (Parliamo dei normali dolori post-operatori e della riattivazione muscolare del moncone).
4. Allineamento protesico e messa a punto.
5. Supporto al paziente punto per punto all’interno delle sessioni di gruppo per consentire la condivisione di esperienze con altri pazienti e per fornire un ambiente sicuro circondato da professionisti esperti di osteointegrazione.

Limitazioni: nei primi mesi successivi al trattamento di osteointegrazione, il dolore muscolare è spesso un fattore limitante per il cammino senza stampelle. Camminare liberi da ausili può richiedere da 2 a 6 mesi di tempo. Il medico fisiatra è la figura che pianifica l’intensità dell’allenamento per il cammino e potrebbe prescrivere antidolorifici per alleviare il dolore muscolare o articolare.

Programma standard (caricamento progressivo fino a carico completo in 6 settimane)

Giorno 3-10: caricare assialmente il 50% del proprio peso corporeo sulla protesi. Regolare il carico in base al dolore (NRS <5).

Giorno 10-35: camminare tra le parallele sempre caricando il 50% del peso corporeo. Svolgere esercizi di stretching e forza muscolare. Core stability training e cardio fitness.

Giorno 35-42: camminata con pieno carico sulla protesi con l’aiuto di ausili quali stampelle, etc. Il tempo e il livello del dolore (NRS <5) che tenderà a sparire, saranno i fattori principali che annulleranno l’utilizzo degli ausili.

Programma lento (caricamento progressivo fino a carico completo in 12 settimane)

Indicazione: programma solitamente dedicato ad alcuni casi di pazienti con lunghezza ossea corta e / o scarsa qualità ossea.

Prime 6 settimane: applicazione protesica e caricare assialmente il 50% del proprio peso corporeo sulla protesi. Regolare il carico in base al dolore (NRS <5). Esercizi di stretching muscolare, allenamento della forza muscolare, core stability training e cardio fitness. Camminare tra le parallele e camminare con un ausilio per la deambulazione

Settimana dal 6 al 12: carico assiale fino al 100% del peso corporeo. Regolare il carico in base al dolore (NRS <5). Esercizi di stretching muscolare, allenamento della forza muscolare, core stability training e cardio fitness. Camminare tra le parallele e camminare con un ausilio per la deambulazione.
Il tempo e il livello del dolore (NRS <5) che tenderà a sparire, saranno i fattori principali che annulleranno l’utilizzo degli ausili.